HORTOFLORA by SE.A.C.

ISCHIA

Vai ai contenuti

Menu principale:

Calendario dei trattamenti

aggiornamento situazione fitosanitaria

Cari amici, ritorno a voi in un momento molto particolare dovuto alla concomitanza dell'aumento notevole delle temperature, dello stadio di sviluppo delle colture , e del ritorno importante delle piogge. Tre fattori che possono determinare impatti devastanti di alcune malattie sulle coltivazioni del momento.

Inizio con il pomodoro ( e melanzana)
che  interessa la quasi totalità  dei componenti il vostro gruppo.
Con la pioggia le coltivazioni non protette adeguatamente possono avere ritorni molto virulenti di peronospora e di batteriosi che possono farvi perdere tutte le piante ed i relativi raccolti.  Occorre quindi procedere adeguatamente con un misto rame /cimoxanil. Nel contempo in agguato vi sono gli attacchi di nottue alle bacche ( quei vermetti che bucano pomodori e melanazane e le fanno marcire).

Trattate così
:    CUPROFIX C , 50 grammi + RELDAN 22 , 30 ml , per 10 litri d'acqua.

! Alternativa biologica !
: POLTIGLIA DISPERSS ,  80 grammi + RAPAX, 30-40 ml / per 10 litri acqua;

Fate al momento un solo trattamento, se poi le piogge dovessero ripetersi, fate una replica.

Parola chiave :  TEMPESTIVITA' !

ZUCCHINI :
Attenti soprattutto agli afidi neri che si annidano sotto le foglie , e poi a seguire all'oidio (malbianco o malattia dello zolfo). Per i primi ispezionate di tanto le foglie, ma mettetevi in allarme anche se vedete le foglie accartociarsi verso il basso. Per il secondo l'indizio è dato da una patina bianca e polverulenta, inizialmente a macchie irregolari, sulle foglie. Il malbianco colpisce soprattutto le piante già in produzione, e le distrugge , o pelomeno riduce di molto l a loro resa.
Trattate così :  

Per i soli afidi :  IMIDACHEM, 5 ml / 10 litri ; ( basta un unico trattamento );

! BIO !  :  NEEM -AZAL , 30 ml /10 litri  , oppure PYGANIC  (estratto puro di piretro), 25 ml /10 litri. Per entrambi occorre bagnare bene le parti infestate;   

Per il malbianco :  TEBUZOL S , a 30 grammi x 10 litri ;

! BIO ! :  MICROTHIOL , a  40 -50 grammi per 10 litri acqua;


VIGNETO :
 Siamo entrati nell'epoca in cui bisogna precoccuparsi di prevenire gli attacchi di scafoideo e quindi proteggere le viti dalla flavescenza dorata. Ma occorre fare attenzione anche agli attacchi tardivi di pernospora e alle epidemie di malbianco ( oidio, mal dello zolfo).
Consiglio, dopo questa pioggia importante, di non aspettare troppo tempo per trattare. ANTICIPATE e non prolungate oltre i 10-11 giorni dal trattamento precedente.

Consiglio :    OPTIX R , 600 grammi + ARIUS system plus, 150 ml. + THIOPRON 200 ml + RELDAN 22, 150ml.
Il RELDAN 22 è l'insetticida registrato per lo scafoideo e molto efficace per tale scopo. Da questo momento occorrerà trattare almeno 3 volte, e possibilmente anche una quarta volta. E' efficace anche nei confronti di tignoletta e metcalfa pruinosa.

!BIO! :  POLTIGLIA DISPERSS , 1 kg. + THIOPRON , 600-700 ml + PYGANIC , 200 ml. /100 litri;
N.B : PYGANIC non è molto efficace nel controllo dello scafoideo !

Tra un trattamento e l'altro ( ma restando fuori dal vigneto almeno 2 giorni) regolate la vegetazione con potature verdi, sfemminellature, sfogliature e cimature, per rendere più efficaci i trattamenti.   

PIANTE DA FRUTTO :
In questo periodo possono essere bersaglio di numerosi parassiti. avendo a riferimento il pesco, abbiamo : afidi (sui cimali) , oidio o malbianco , tignola orientale (Cidia molesta) e, per quelle in via di maturazione, la monilia fructigena e la botrite  (che provocno la marcescenza dei frutti ). Poi, a seguire, ma nemmeno molto lontano nel tempo, la mosca della frutta (ceratite).
Come districarsi ! Intanto osservate bene le vostre piante ! Se notate imbrattamenti simil oleosi sulle foglie è probabile la prseenza di afidi. se notate le foglie dei cimali che si decolorano e danno da raggrinzirsi è probabile un inizio di malbianco. se notate cimette secche e ripiegate verso il basso, è facile che vi sia già in atto un attacco di tignola orientale. Per le piante con frutti completamente acerbi e lontani dal raccolto, posso consigliare le seguenti opzioni:

a) in caso di presenza di afidi e come prevenzione da oidio e monilia:

                             TEBUZOL S , 300 gr. + IMIDACHEM , 50 ml, per 100 litri acqua;

b) No afidi, ma prevenzione di oidio, marciume dei frutti da monilia, e prevenzione attacchi di tignola orientale (sia nelle foglie che nei frutti) :

                                SIMITAR , 120 ml + RELDAN 22 , 250 ml , per 100 litri acqua.
IMPORTANTE : per piante troppo folte e lussureggianti, prima del trattamento eseguire una potatura verde che elimini foglie e germogli anticipati intorno ai frutti , esponendoli meglio all'aria.

!  BIO  ! :     SELECTA disperss , 500 grammi + THIOPRON , 500 ml , + RAPAX , 300 ml / 100 litri acqua.

Una puntatina sul MELO : Occorre difendere i frutti dalla ticchiolatura, dall'oidio, e dagli afidi. Per le prime due malattie risolve ARIUS system plus, per gli afidi ( se ci sono !) IMIDACHEM.
specialmente se si tratta di ANNURCA, in questa fase ancora molto piccoli, dopo questa pioggia bisogna intervenire presto per eviatre l'infezione di ticchiolatura che fa cadere i frutticini.
Trattate così, entro 96 ore dal termine della prima pioggia infettante (quella di oggi) :

                        ARIUS System plus, 150 ml . + IMIDACHEM, 50 ml , per 100 litri acqua.

Per il momento mi fermo quì. Vi ricordo che questo è un servizio gratuito di HORTOFLORA by SEAC. da sempre al Vostro fianco per i piccoli e granid problemi dell'agricoltura di Ischia, e non solo....
Visitate il nostro punto vendita e segnalatelo ad amici e parenti. Saremo ben lieti di accoglierli.
Un saluto cordiale a voi tutti.
Dott. agr. Francesco Mattera


Hortoflora by SE.A.C.
Via G.B.Vico, n 96
Ischia (NA)
tel 081984777
Torna ai contenuti | Torna al menu